“La Polvere e L’Acqua” giunge nel cuore di San Cesario tra poesia, arte e drammatizzazione teatrale

opera-silvana-bissoli

SAN CESARIO (Lecce) – Giunge nella Cappella Patalina di Palazzo Marulli in piazza Garibaldi di San Cesario, giovedì 28 aprile alle ore 19:00, la silloge poetica del galatinese Nico Mauro “La Polvere e L’Acqua” parole lungo la via della croce” per le edizioni L’officina delle Parole.

L’incontro, organizzato dell’associazione culturale “Sinergie” e la “Società di Mutuo soccorso fra lavoratori” con il patrocinio del Comune di San Cesario in collaborazione con l’Officina delle Parole, rientra nei programmi della Rassegna “ La sempreverde poesia” curata da Annamaria Colomba.

Apriranno la serata di giovedì, per i saluti istituzionali, il sindaco Andrea Romano e l’assessora alla cultura Daniela Litti.

Converserà con l’autore, lo storico dell’arte Luigi De Mitri; interverrà l’editrice Pompea Vergaro.

Saranno proposte letture dal Libro “La Polvere e l’Acqua” a cura degli attori: Annamaria Colomba, Daniele Panarese e Luigi Pascali.

Coordina Antonio Bruno.

La serata si concluderà con una suggestiva lettura drammatizzata della Lauda “DONNA DE PARADISO” di Jacopone da Todi con gli attori Annamaria Colomba e Daniele Panarese. Alla consolle Raffaele Giocondo.

Regia di Annamaria Colomba.

Intanto negli spazi della Cappella Palatina sarà allestita la personale “Voci tra Cielo e Terra” della pirografista Silvana Bissoli con la curatela di Pompea Vergaro, interprete d’arte.

Continua il viaggio de “La Polvere e L’Acqua – parole lungo la via della croce” per dimostrare ancora e ancora una volta di quanta forza ed equilibrio, sia nel tempo sia nei luoghi, possieda la poesia di Nico Mauro, che ben si addice agli intenti della Rassegna “La sempreverde poesia”: un gradevole connubio tra natura e poetica, concedendosi, un respiro leggero e resistente nello stesso tempo come può essere una pianta sempreverde.

Nello specifico, tra le verdi nuances dell’edera a simboleggiare quell’ armonioso avviluppante dinamismo che armoniosamente tutto avvolge, la speranza, la leggerezza e la forza del verso che tutto sostiene.

Ed ecco come le parole poetiche di Nico Mauro, le incisioni di fuoco su legno di Silvana Bissoli come le parole dolorose della Lauda con Annamaria Colomba e Daniele Panarese, e la musica, vissute fra antiche architetture ci spieghino come la Cultura incroci, nel molteplice e intrecciato mondo, quello della nostra vita, diventando necessariamente Voce e voci pronti a narrarci nuove e speranzose alleanze. Confidando di essere consapevoli di quanto la vita si accompagni in un continuo srotolare e avviluppare alla Creatività.

 

Pompea Vergaro

locandina

NO COMMENTS